Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

Salvate i dinosauri!

Sono spariti circa 230 milioni di anni fa dalla faccia della Terra, ma non per il cinema. Stiamo parlando ovviamente dei dinosauri, tornati in vita tempo fa grazie al geniale regista Steven Spielberg con Jurassic Park e ancora oggi vivi, vegeti e arrabbiati con l’imminente Jurassic World - Il regno distrutto, quinto capitolo della saga con protagonisti i colossali animali vissuti nell’Era mesozoica.

Una saga che, a un certo punto, sembrava avviata all’estinzione proprio come i suoi protagonisti nella realtà dopo la partenza sprint varata da Spielberg nel 1993 con Jurassic Park, come accennato. Un film strabiliante soprattutto per il rivoluzionario uso di effetti speciali impiegati allora per la sua realizzazione e che incassò oltre 900 milioni di dollari nel mondo.JURASSIC

Una buona ragione per dare vita a un sequel, sempre firmato da Spielberg, Il mondo perduto - Jurassic Park (1997), che portò nelle casse “solo” 620 milioni di dollari, cifra ragguardevole che giustificò l’arrivo nelle sale nel 2001 di Jurassic Park III, con Joe Johnston dietro la macchina da presa e Spielberg come produttore.

Stavolta però le cose andarono meno bene, almeno per i parametri di Hollywood: 370 milioni di dollari al botteghino sembrarono una miseria. Così si decise di fermare i dinosauri, benché qualcuno avesse già pensato a un quarto capitolo, messo rapidamente in soffitta.

La minaccia del vulcano

A toglierlo dalla polvere ci ha pensato, quattordici anni dopo, sempre Spielberg nelle vesti di produttore esecutivo, con l’arruolamento come regista di Colin Trevorrow. È nato così Jurassic World, arrivato nelle sale nel 2015, con Chris Pratt e Bryce Dallas Howard come principali protagonisti circondati, va da sé, da un nugolo di JURASSICdinosauri assortiti.

Sorprendentemente, il blockbuster ha fatto breccia negli spettatori, e che breccia: alla fine dei conti ha incassato un miliardo e 670 milioni di dollari, posizionandosi al quarto posto tra i film più visti nella storia del cinema.

Quasi ovvio che non si mollasse l’osso ed eccoci arrivati all’oggi con Jurassic World - Il regno distrutto, quinta puntata della saga giurassica che mette in campo quasi la stessa squadra vincente della precedente pellicola. L’unica variazione è il regista: non più Trevorrow (passato alla sceneggiatura e coproduttore con Spielberg) ma Juan Antonio Bayona, dalla solida carriera.

La storia, com’era prevedibile, si riannoda a quella di Jurassic World. Sono trascorsi tre anni da quando il parco di Isla Nublar è stato distrutto dai dinosauri e gli animali sopravvissuti vivono in libertà tra la fitta vegetazione. Tuttavia, da quelle parti, non si è mai tranquilli. Un vulcano dormiente sta per risvegliarsi e minaccia di cancellarli per la seconda volta dal pianeta.

Bisogna salvarli e a preoccuparsi per la loro sorte è Claire Dearing (Bryce Dallas Howard), la vecchia responsabile del parco, ora finanziatrice dell’organizzazione Dinosaur Protection Group, creata appunto per difendere e conservare i dinosauri.

Il piano è di scovarli e portarli via dall’isola, non proprio un compito facile. Per questo Claire decide di coinvolgere l’ex addestratore di velociraptor Owen Grady (Chris Pratt), all’inizio riluttante a prendere parte alla missione, ma poi convinto dallaJURASSIC possibilità di ritrovare Blue, il primo dinosauro da lui allevato e disperso.

Ben presto, però, si capisce che l’operazione non consiste solo nel trasloco dei bestioni giurassici: nell’isola si nasconde un’altra minaccia portata dagli sconsiderati esperimenti effettuati del dottor Wu, ancora in possesso di alcuni embrioni.

Personaggi più forti

C’è molta attesa per l’uscita di Jurassic World - Il regno distrutto, visto l’exploit ottenuto con il precedente, e il regista Bayona ne è consapevole. Per questo, ha cercato di dare il suo stile al film: «È una vicenda diversa – osserva – perché stavolta la missione non è salvare le persone ma i dinosauri. Una trama che mi ha permesso di sfruttare la mia esperienza nell’horror: ci sono sequenze dark e giocate sul filo della tensione, ma anche momenti più divertenti, avendo a disposizione un attore come Chris Pratt».

Chris Pratt, lanciato con I Guardiani della Galassia nel ruolo dello scanzonato supereroe Star-Lord, si sta imponendo alla grande a Hollywood. «Sono felice di essere ritornato a indossare i panni di Owen – racconta – perché mi ha permesso di sviluppare meglio il personaggio. Nel film si è isolato e non ne vuole più sapere dei dinosauri, sa che in passato l’uomo si è comportato male nei loro confronti. E per cambiare le cose bisogna avere il coraggio di prendere una posizione».

JURASSICAnche Claire, il personaggio interpretato da Bryce Dallas Howard, ha avuto un’evoluzione: «È una donna più forte e consapevole delle sue possibilità – commenta l’attrice – e ha fatto una scelta di campo: ora protegge i dinosauri e sa che deve salvarli».

Si sprecano, chiaramente, gli straordinari effetti speciali. «Abbiamo cercato – sottolinea Bayona – di fondere insieme le tecniche digitali con la cosiddetta “animatronic”, ovvero i pupazzi meccanici: se gli attori hanno davanti a sé un dinosauro “vero” rendono meglio nella recitazione».

L’intento, in ogni caso, è uno solo, come chiarisce lo stesso regista: «I film come questo sono puro intrattenimento e cerchiamo di arrivare a quell’obiettivo facendo del nostro meglio. D’altra parte, ci rivolgiamo a una platea vastissima e anche i temi che tocchiamo devono essere universali, come l’uso scriteriato che si può fare della scienza e della tecnologia».

Se anche questa pellicola, come prevedibile, sbancherà i botteghini, i cancelli del Jurassic World sono già spalancati per un’altra avventura in compagnia dei dinosauri.

©Mondo Erre - Claudio Facchetti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10